Spedizione gratuita oltre 39,00 €

Contattaci (+39) 334 206 3361

Toggle Nav
Carrello

Basilico Fresco

U Basilicò
1,80 €
Non Disponibile
Confezione da 50 gr

Il basilico è tra le piante aramotiche più utilizzate in tutto il Mondo, oltre ad essere buono è ricco di tantissimi elementi utili per mantenere in forma il nostro organismo.

Famiglia: Labiate - Specie: Ocimum basilicus

Francese: Basilic; Inglese: Basil; Spagnolo: Albahaca; Tedesco: Basilikum; Siciliano: U basilicò

Il basilico: Origini e proprietà

Il basilico è una pianta erbacea che appartiene alla famiglia delle labiate, una delle più comuni erbe aromatiche utilizzate in cucina: si usano le foglie, soprattutto fresche, per aromatizzare cibi o come ingrediente base di alcune salse, fra cui il famosissimo pesto alla genovese.
E’ una piantina di solito di modeste dimensioni, con foglie verde pallido, tenere e dal caratteristico profumo, ma può anche raggiungere i 50 cm di altezza.
Il basilico è originario dei paesi asiatici e indiani, venne successivamente diffuso in medio Oriente e in antica Grecia, arrivò in Italia con Alessandro Magno intorno al 300 a.C.

Le sostanze benefiche nel basilico

Oltre ad essere buono e profumato, il basilico gode di tantissime sostanze benefiche per l’organismo:

  • E’ ricco di potassio che aiuta a controllare la frequenza cardiaca, la pressione sanguigna e livelli di stress fisico, regola inoltre l’equilibrio idrico nel corpo.
  • Contiene piccole quantità di calcio, fondamentale per la salute e la solidità delle ossa.
  • Il ferro consente il trasporto e il ricambio di ossigeno nel sangue.
  • Il beta-carotene, potente antiossidante che riesce a contrastare il rischio di aterosclerosi e di attacchi cardiaci.
  • La vitamina A che aiuta il nostro sistema immunitario.
  • La vitamina K svolge un ruolo importantissimo per il rafforzamento delle ossa.
  • Vitamine: B1, B2, B3 C ed E.

In 100 grammi di basilico ci sono circa 30 calorie e tantissima acqua, ideale anche per le diete ipocaloriche.

I benefici del basilico

Il basilico non viene utilizzato soltanto in cucina ma si può trovare anche in erboristeria per aiutare la digestione e curare tantissimi disturbi:

  • Aiuta a combattere i disturbi intestinali e mal di pancia.
  • Cura del raffreddore, tosse, bronchite, asma e mal di gola.
  • Ottimo stimolante per la produzione del latte materno.
  • Rinforza il sistema nervoso ed aiuta ad eliminare ansia, stress e nervosismo.
  • Riduce il colesterolo ed evita attacchi di cuore.
  • Azione antiossidante e antitumorale.
  • Fa bene alle ossa
  • Azione disinfettante contro i batteri
  • Rimedio per ritardare l’invecchiamento cutaneo, donando lucentezza ai capelli spenti.

Curosità

Ci sono tantissime curiosità che riguardano il basilico:

  • I Greci e i Romani erano convinti che per far crescere una piantina sana bisognava seminarla accompagnando l’operazione con insulti e maledizioni,
  • Nel Medioevo prima della raccolta bisognava purificare la mano lavandola in tre diverse fonti, utilizzando un ramo di quercia e indossando degli abiti di lino.
  • Nel 1800 alcuni inglesi residenti in India indossavano una collana in legno di basilico per neutralizzare gli impulsi elettrici allontanado fulmini, come sosteneva la religione Indù.
  • Per i Galli era considerata una pianta sacra, il basilico poteva essere raccolto dopo un complesso rituale di purificazione.
  • Gli Egiziani lo usavano come balsamo per l’imbalsamazione dei defunti.
  • Nella cultura romana il basilico veniva utilizzano come erba curativa, in grado di guarire le ferite.
  • Il suo forte odore allontana gli insetti, provate ad utilizzarlo anche come repellente anti-zanzare.

Coltivare il basilico in casa:

La pianta di basilico si può coltivare anche in casa in un comune vaso da fiori e della quale si utilizzano le foglie fresche (ottime e sempre molto aromatiche anche essiccate) e le cime fiorite. Particolarmente usato nella cucina ligure, dà un profumo delizioso a sughi, salse e minestroni.
La coltivazione non è per niente difficile, basta seguire alcune regole principali per poter avere il basilico fresco direttamente sul vostro balcone:

  • Consigliamo la semina del basilico nella primavera inoltrata, quando le gelate sono terminate.
  • Durante la prima settimana tenere il terriccio sempre umido.
  • Deve essere esposto ai raggi solari per almeno 6-8 ore al giorno, proteggendolo dalle intemperie.
  • Utilizzate un terriccio universale, non troppo secco con un buon drenaggio.
  • Annaffiare abbondantemente ma non troppo, il terreno deve essere sempre umido.
  • Le foglie possono essere raccolte al bisogno, partendo dall’ alto.
  • Per stimolare la produzione di altre foglie, bisogna tagliare spesso le punte per evitare che la pianta fiorisca.

Pesto alla genovese

Ingredienti 

  • Basilico 50 g
  • Olio extravergine d’ Oliva
  • Parmigiano Reggiano DOP grattuggiato (6 cucchiai da cucina)
  • Pecorino DOP (2 cucchiai da cucina)
  • 2 Spicchi d’aglio
  • 1 Cucchiaio di pinoli (oppure noci)
  • Sale grosso

Preparazione

Per prima cosa bisogna ormatevi di tanta pazienza ed iniziate a pulire le foglie del basilico utilizzando un panno morbido, successivamente preparate un mortaio ed iniziate la preparazione pestando l’aglio sbucciato aggiungendo qualche grano di sale grosso. Quando l’aglio sarà ridotto in crema, aggiungete un pizzico di sale grosso che aiuterà a frantumare meglio le fibre e mantenere un bel colore verde acceso. Schiacciate per bene il basilico ruotando il pestello contro le pareti del mortaio fino ad ottenere un liquido verde brillante, a questo punto aggiungete dei pinoli e ricominciate a pestare. Mentre si mescola aggiungete un po' alla volta i formaggi e alla fine versate a filo l’olio extravergine di oliva, amalgamate bene gli ingredienti e se tutto è stato fatto bene otterrete il vostro pesto alla genovese tradizionale.

Conservazione

Il pesto può essere conservato in frigo utilizzando un contenitore ermetico, coprendo la salsa con uno strato di olio.



Fusilli al basilico, olive e pomodori.

Ingredienti 

100 g Pomodori
400 g pasta di semola di grano duro
100 g basilico
Mazeetto di prezzemolo
1 Cucchiaino di semi di finocchio
Olio extravergine oliva

Preparazione

  • Lavate i pomodori e tagliateli a spicchi, privateli dei semi e metteteli in una ciotola capiente. Aggiungere 1 cucchiaino di semi di finocchio e ½ bicchierino di olio EVO e 7-8 olive verdi snocciolate.
  • Fate cuocere per 8 minuti la pasta, scolatela al dente e unitela con i pomodori nella ciotola.
  • Lavate un mazzetto di prezzemolo, un mazzetto di basilico e staccatene le foglie. Tritate il prezzemolo, sminuzzate il basilico con le mani, tenete qualche foglia intera da parte per guarnire il piatto.
  • Unite le erbe aromatiche alla pasta e mescolate bene, decorate i fusilli con le foglie di basilico et voilà, il piatto è pronto.


Torna alla categoria Frutta fresca