COSTI DI SPEDIZIONE FISSI 6,90 €

Contattaci (+39) 379 125 3011

Toggle Nav
Carrello

Fave Intere

2,39 €
Esaurito
1 sacchetto da 410 gr

Le fave sono i semi della Vicia faba, specie appartenente alla famiglia delle Fabaceae. Si tratta di legumi probabilmente originari dell'Asia Minore o dell'area mediterranea.

FAVE INTERE

Il termine “fava” si riferisce a una pianta erbacea, il cui nome scientifico è vicia faba o faba vulgaris, appartenente alla famiglia delle leguminose, e ai semi che produce. La pianta ha stelo eretto, è alta fino a un metro e produce baccelli lineari lunghi fino a 30 cm che contengono da 6 a 10 semi ovali e piatti, di dimensioni e colori differenti a seconda della varietà: quelle più diffuse sono la baggiana, la supraguadulce, dai grandi semi di colore verde giallastro, la aguadolce, dai baccelli molto lunghi, e la reina mora, a seme violaceo.

 

La primavera è la stagione durante la quale i baccelli maturano, motivo per cui i mesi di maggio e giugno sono quelli in cui trovare più facilmente le fave fresche. Alcune varietà particolarmente precoci sono disponibili, invece, già nel mese di aprile.

Proprietà e benefici

Spostando l’attenzione dai valori nutrizionali alle proprietà vere e proprie, la dottoressa Evangelisti pone subito l’attenzione sul contenuto di fibra che aiuta la motilità intestinale e la formazione delle feci: “così viene favorita l’eliminazione di scorie e tossine, ragion per cui le fave sono utili in caso di stitichezza.” Oltre a queste proprietà depurative, le fave sono anche diuretiche poiché la significativa porzione di acqua sostiene la funzionalità renale. Per questo motivo, l’intervistata le suggerisce anche in caso ritenzione idrica.

Non tutti sanno che le fave fanno bene anche all’apparato cardiovascolare: “sono in grado – spiega la biologa nutrizionista – di ridurre il colesterolo ‘cattivo’, LDL, grazie al contenuto di fibra, prevenendo quindi l’insorgenza di diverse patologie come infarto e ictus.” Contribuiscono, inoltre, al mantenimento di un corretto equilibrio degli zuccheri nel sangue: “ciò accade grazie alla fibra, ma anche al contenuto di magnesio che, nello specifico, esercita un effetto positivo in caso di ipertensione. Le fave sono consigliate anche in caso di diabete o iperglicemia.”

Alcuni studi, inoltre, hanno dimostrato come le fave fresche aiutino a controllare i sintomi a carico dell’apparato motorio in caso di morbo di Parkinson. “Questo avviene grazie alla presenza di un amminoacido, detto L-dopa o levodopa, in grado di alzare i livelli di dopamina nel cervello. Non a caso questa sostanza è presente anche in alcuni farmaci usati nel trattamento di questa malattia neurodegenerativa.”

 

Le fave, inoltre, proteggono le ossa, grazie alla presenza di calcio e manganese, quest’ultimo importante anche per i sistemi endocrino, nervoso e immunitario. La vitamina A, oltre a essere di aiuto per salute degli occhi, favorisce anche il benessere della pelle, mentre la vitamina K interviene nel processo di coagulazione del sangue, previene le fratture osservazioni e migliora la sensibilità all’insulina.

WhatsApp Chat WhatsApp Chat