Spedizione gratuita oltre 39,00 €

Contattaci (+39) 339 283 9296

Toggle Nav
Carrello

Pomodoro Cuore di Bue

U Pumaroru
3,55 €
al kg

Un pomodoro dall'aspetto maestoso e dalla polpa succosa, che raggiunge il suo massimo apprezzamento crudo, in insalata. Sai cos'è la sfemminellatura? Vuoi sapere quando avviene la raccolta del pomodoro cuore di bue a Vittoria? Scoprilo leggendo tutto ciò che c'è da sapere sul pomodoro cuore di bue nella nostra scheda prodotto!

Curiosità sull'Origine e la Coltivazione

Come tutti i pomodori, anche il pomodoro Cuore di Bue proviene dall'America, dove attualmente è conosciuto con il nome di Hoxehart. I frutti sono di forma caratteristica, da cui deriva il nome di Cuore di Bue. La pezzatura è piuttosto grossa e può variare dai 200 ai 500 grammi; generalmente i frutti nati nei palchi più bassi sono più grossi di quelli nati nei palchi più alti. Si usa perciò cimare le piante sopra il quinto/sesto palco, per avere frutti più grossi e precoci in basso. Il mantenimento dei palchi oltre il sesto non produce vantaggi, anzi l'impegno della pianta per elevarsi in altezza sottrae energie alla fruttificazione nei primi palchi. Il pomodoro Cuor di bue è una pianta vorace ed ha bisogno di una abbondante concimazione sia nella preparazione del terreno, sia nel corso della crescita. Il clima ideale per la coltivazione del pomodoro cuore di bue è di tipo temperato-caldo, mentre climi freddi e temperature invernali limitano la produzione e la coltivazione di questo ortaggio. Il terreno ottimale per la coltivazione del pomodoro cuore di bue è di tipo fresco, lavorato bene in profondità e di medio impasto, è particolarmente suscettibile alla salinità. Per quando riguarda le esigenze nutritive, le analisi di diversi autori mettono in evidenza l’elevata esigenza di potassio, cui seguono in ordine decrescente azoto, fosforo e calcio. Il pomodoro cuore di bue necessita di annaffiature regolari e costanti, soprattutto nella fase di sviluppo e ingrossamento dei frutti, ma non eccessive, in quando un apporto esagerato di acqua potrebbe causare marciumi ed altri gravi problemi. Durante il periodo invernale, subito dopo l’operazione d’impianto, il pomodoro non dovrebbe essere annaffiato perché potrebbe andare incontro ad un rallentamento dello sviluppo e della crescita.

Più che potatura, per i pomodori si parla di sfemminellatura, cioè l’eliminazione dei getti laterali che si formano ai piedi delle foglie; questa operazione è molto utile per limitare il numero di infiorescenze e permettere alla pianta di produrre pomodori di buona qualità. La raccolta del pomodoro cuore di bue si esegue in base alla coltura: per quella del periodo primaverile si effettua dal mese di Marzo al mese di Luglio; per quella autunnale, da Settembre a Dicembre; per quella in piena terra da Giugno a Settembre. Il pomodoro presenta maturazione scalare, per cui la raccolta si effettua prevalentemente a mano in più riprese, in relazione al tipo di coltura e al tipo di produttività.

Peculiarità del Pomodoro Cuore di Bue coltivato a Vittoria

Il pomodoro Cuore di bue che viene prodotto nella fascia costiera del ragusano si caratterizza per le ottime qualità organolettiche delle sue bacche, grazie alla tipologia dei suoi terreni, al clima particolarmente temperato, con irraggiamento solare costante durante tutto l’anno e con costanti brezze di ponente cariche di salsedine associate alle rare gelate, alla particolare composizione dell’acqua salmastra utilizzata e alle acque saline delle falde acquifere, che gli conferiscono caratteristiche uniche nel suo genere.

Proprietà e Benefici

Tutti i pomodori sono una notevole fonte nutrizionale, innanzitutto vitaminica (vitamina A e C, ma con presenze di B1, B2, PP, E, K), contengono sali minerali, in particolare potassio, fosforo, e anche calcio. Il pomodoro cuore di bue, è caratterizzato da bacche grosse, costolute con peso che può superare 300 grammi, di colore rosso in genere pallido che talvolta vira all’aranciato.  È molto saporito, aromatico, quasi piccante con pochissimi semi nella polpa. Il sapore è dolce con nota acida non sempre avvertibile. I pomodori cuore di bue colti dalla pianta a piena maturazione, possono essere conditi senza utilizzare sale, tanto è pieno il sapore. La dolcezza del pomodoro, fornita da glucosio e fruttosio, bilancia perfettamente la presenza di acidi (soprattutto citrico, ma anche malico). Il cuore di bue è una varietà ricca di succo e pertanto dissetante oltre a essere alcalinizzante, astringente, diuretica. Come altri pomodori è ricco di licopene una sostanza che svolge un’azione antiossidante in grado di rallentare la proliferazione delle cellule tumorali.

I cuore di bue sono pomodori da tavola, quindi caratterizzati da buccia sottile, polpa soda; si preparano in insalata (ma non solo), e in questo caso c’è chi li preferisce verdi, anche se esprimono le proprie proprietà benefiche al meglio quando sono pienamente maturi.

Ricette con il Pomodoro Cuore di Bue

Insalata di Pomodoro Cuore di Bue

Ingredienti

  • 1 cipolla di Giarratana
  • 1 kg di pomodori cuore di bue
  • una manciata di olive in salamoia
  • olio
  • sale
  • origano

Preparazione

Sbucciate ed affettate le cipolle, cospargetele con abbondante sale e fatele riposare per circa 10 minuti. Nel frattempo tagliate anche i pomodori a fettine e poneteli in una insalatiera. Trascorsi i 10 minuti riprendete le cipolle e strizzatele con le mani fino a farne uscire il succo, quindi, lavatele con abbondante acqua; poi versate la cipolla in una ciotola con dell'aceto e fatela marinare per qualche minuto. Infine, sciacquate di nuovo la cipolla sotto l'acqua corrente e fatela scolare (la sentirete molto morbida al tatto) mescolatela nell'insalatiera assieme ai pomodori, aggiungete le olive in salamoia lavate e denocciolate, condite con olio e sale e spolverate con dell'origano.

Pomodoro Cuore di Bue Gratinato

Ingredienti per 4 persone

  • 3 pomodori Cuore di bue
  • 2 cucchiai di pane grattugiato
  • Prezzemolo q.b.
  • basilico q.b.
  • timo
  • origano
  • erba cipollina
  • 1 spicchio di aglio
  • sale
  • peperoncino
  • olio extra vergine di oliva

Preparazione

Lavate i pomodori e tagliateli a fette alte circa 3 cm. In una teglia da forno con carta antiaderente leggermente oleata, disponete le fette e spolveratele con il pane grattugiato (serve solo per mantenere i liquidi di cui questo tipo di pomodori è generoso). Tagliate con la mezzaluna tutte le erbette con l’aglio. Mettete il trito di erbe sui pomodori e spolverate con sale e peperoncino. Cuocete in forno a 180°per 40 minuti.

Torna alla categoria Pomodori

Scrivi la tua recensione
Stai recensendo:Pomodoro Cuore di Bue
Il tuo voto